Archivio per agosto, 2013

Morire citando

Pubblicato: agosto 30, 2013 in La mia storia
Tag:, ,

Evets era bloccato nella stazione subacquea. Dietro di lui, l’oblò che aveva ceduto e da cui stava entrando acqua ad una velocità spaventosa. Davanti a lui, la porta stagna dietro cui vi era Lothiriel, che lo guardava terrorizzata. Con un rapido calcolo Evets realizzò che stava per morire.
“Se così deve essere, tanto vale farlo bene.” si disse.
Afferrò un pennarello nero dal tavolo vicino e si scrisse sulla mano sinistra:

imagesCA7WIPI5

Mentre scriveva quelle sensatissime parole di follia una voce femminile gli risuonò nella testa: “va da loro, Massimo.” Evets si avvicino al finestrino della camera stagna e guardò Lothiriel diritto negli occhi prima di appoggiare la mano sinistra sul finestrino. Il vetro si stava crepando sotto la pressione, generando una curiosa figura a farfalla.

Poi allungo il braccio destro verso l’alto e chiuse lentamente la mano a pugno lasciando alzato solamente il pollice, mentre l’acqua continuava a riempire la stanza.

Infine tento di urlare a pieni polmoni: “LIBERTÀ” ma era troppo tardi…
Sulla sua lapide si può ancora leggere una scritta che lo fece sorridere più di una volta:

tumblr_l95fcciofp1qd5t7go1_500

Annunci

Evets hero

I classici:
-Ste, beeeeevi!
-Che cojoni!
-Ma chi? Tommy!
-Ringo bibo
-No ragazzi, l’ho chiuso via!
-Amoremmerda

E quelli a parte:
-I hear your heart beat to the beat of the drums
Oh what a shame that you came here with someone
So while you’re here in my arms
Let’s make the most of the night like we’re gonna die young

-You’re on a different road, I’m in the Milky Way
You want me down on Earth, but I am up in space
You’re so damn hard to please, we gotta kill this switch
You’re from the 70′s, but I’m a 90′s bitch

-L’infinito (tempo di marinatura di una costina)

Sempre caro mi fu quest’ermo olio
e questa salsa, che da tanta parte
dell’ultimo sapore il palato esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
sfrigolamenti di là da quella, e sovrumani
aromi, e profondissima cottura
io nel pensier mi fingo, ove per poco
la bava non contengo addirittura. E come la worcester
odo fragrar tra queste pietanze, io questa
infinita squisitezza a quella vecchia grigliata
vo comparando: e mi sovvien l’eterno
e le morte costine, e la presente,
viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega nell’olio mio:
e il naufragar m’è dolce in questa teglia.

NW: cat acquired

Pubblicato: agosto 5, 2013 in Neverwinter
Tag:, ,

Testaquadra

God is our tank and our fortress and our deliverer,
our God, our guardian fighter beside whom we take refuge,
our shield, and the taunt of our salvation,
our stronghold and our refuge,
our savior, you save us from mobs.
we call upon God, who is worthy to be praised,
and we are saved from our enemies.” – II Evets 22:2-4 ESV

God is our tank