Cammina tra di noi ma non è uno di noi

Pubblicato: agosto 19, 2013 in La mia storia
Tag:, ,

I classici:
-Ste, beeeeevi!
-Che cojoni!
-Ma chi? Tommy!
-Ringo bibo
-No ragazzi, l’ho chiuso via!
-Amoremmerda

E quelli a parte:
-I hear your heart beat to the beat of the drums
Oh what a shame that you came here with someone
So while you’re here in my arms
Let’s make the most of the night like we’re gonna die young

-You’re on a different road, I’m in the Milky Way
You want me down on Earth, but I am up in space
You’re so damn hard to please, we gotta kill this switch
You’re from the 70′s, but I’m a 90′s bitch

-L’infinito (tempo di marinatura di una costina)

Sempre caro mi fu quest’ermo olio
e questa salsa, che da tanta parte
dell’ultimo sapore il palato esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
sfrigolamenti di là da quella, e sovrumani
aromi, e profondissima cottura
io nel pensier mi fingo, ove per poco
la bava non contengo addirittura. E come la worcester
odo fragrar tra queste pietanze, io questa
infinita squisitezza a quella vecchia grigliata
vo comparando: e mi sovvien l’eterno
e le morte costine, e la presente,
viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega nell’olio mio:
e il naufragar m’è dolce in questa teglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...